San Vito di Cadore

La variante di San Vito di Cadore ha una lunghezza di 2,3 km e si innesta al tratto della SS 51 esistente mediante la realizzazione di due rotatorie. I lavori comprendono anche la realizzazione del ponte Ru Secco, del viadotto Senes e di 4 gallerie artificiali “antirumore”.

L’investimento complessivo è di 64,8 milioni di euro.

Il 27/03/2018 il Ministero dell’Ambiente ha espresso parere con la richiesta di assoggettare il progetto a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), che è stata avviata a dicembre 2018 e si è conclusa il 02/09/2020.

Il 21 dicembre 2020 si è tenuta la Conferenza di Servizi, conclusasi positivamente alla quale ha fatto seguito il decreto del Commissario del 13 maggio 2021 di approvazione progetto.

Il 7 dicembre 2022 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per i lavori di realizzazione della variante.

 

Mappa variante San Vito di Cadore

Valle di Cadore

La variante di Valle di Cadore si innesta sulla statale mediante una rotatoria dal lato di Tai di Cadore e uno svincolo dal lato verso Cortina d’Ampezzo. I lavori prevedono la realizzazione di una galleria lunga circa 600 metri.

L’investimento complessivo è di 75,6 milioni di euro.

Il 16/05/2018 il Ministero dell’Ambiente ha espresso parere con la richiesta di assoggettare il progetto a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), che è stata avviata a dicembre 2018 e si è conclusa il 22/07/2020.

Il 22 dicembre 2020 si è quindi svolta la Conferenza di Servizi che si è conclusa positivamente a febbraio 2021.

Il 3 giugno 2021 è stato quindi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di approvazione del progetto.

Il 7 dicembre 2022 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per i lavori di realizzazione della variante.

 

Mappa variante Valle di Cadore

Tai di Cadore

La variante di Tai di Cadore, lunga 1,16 km circa, prevede un tracciato in galleria della lunghezza di 985 metri con raccordi sulla viabilità esistente tramite rotatorie.

L’investimento complessivo ammonta a 109,8 milioni di euro.

Il 28/03/2018 il Ministero dell’Ambiente ha espresso parere con la richiesta di assoggettare il progetto a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), che è stata avviata a dicembre 2018 e si è conclusa il 02/09/2020.

Successivamente, il 31 marzo 2021 si è aperta la Conferenza di Servizi, conclusasi positivamente. Il 14 settembre 2021 è stato quindi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di approvazione del progetto.

La soluzione individuata tiene conto delle indicazioni pervenute dal territorio rispetto agli innesti sulla SS 51 nell’ambito del complesso processo di concertazione della soluzione progettuale.

Il 7 dicembre 2022 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per i lavori di realizzazione della variante.

 

Mappa variante Tai di Cadore