CORTINA 2021, ANAS: PROSEGUONO GLI INTERVENTI SULLA VIABILITA’ IN VISTA DELL’APPUNTAMENTO PER I MONDIALI DI SCI

  • Gemme: “Una sfida che seguirò con grande attenzione, dialogando con il territorio e ricercando la collaborazione delle Istituzioni locali e centrali”
  • avanzano i lavori e le procedure di affidamento delle opere in progetto
  • varianti di Tai, Valle, San Vito e Cortina, avviato iter autorizzativo valutazione di impatto ambientale
  • la statale 51 “Alemagna” primo esempio di smart mobility in Italia

Roma, 23 gennaio 2019

Procedono senza sosta le attività Anas (Gruppo FS Italiane) previste nel Piano di potenziamento della viabilità per i Mondiali di sci di Cortina 2021. Tutte le opere del primo stralcio sono state affidate e quattro degli interventi previsti sono stati ultimati. Anche le attività previste nel secondo stralcio sono in corso di realizzazione. Su 22 degli interventi previsti nelle parti 1 e 2, del valore complessivo superiore a 28,5 milioni di euro, 16 sono stati avviati e gli altri sei saranno consegnati alle imprese aggiudicatrici entro marzo.

“Ho accolto con vivo piacere l’incarico che mi e stato affidato” afferma il Commissario di Governo e Presidente di Anas Claudio Andrea Gemme. “Il Piano di potenziamento della viabilità statale per migliorare l’accessibilità a Cortina e alle aree circostanti è una sfida che seguirò con grande attenzione, dialogando con il territorio e ricercando la collaborazione delle Istituzioni locali e centrali. Collaborazione che non è mancata, anche grazie all’impulso dato dalla sottosegretaria al Ministero dell’Ambiente, Vannia Gava, per le competenze del suo dicastero, da Regione Veneto e dai Comuni per la costante attenzione e sostegno. La rilevanza internazionale di Cortina deve infatti attivare le migliori sinergie tra tutti gli attori della fase realizzativa del progetto, al fine di trarre il massimo vantaggio per la collettività”.

Entro gennaio si procederà con l’approvazione della parte 3 del secondo stralcio ed entro gennaio sarà avviata la procedura di gara dei lavori del terzo stralcio, che prevedono la rettifica plano altimetrica e messa in sicurezza delle intersezioni con la viabilità locale a Fortogna, nel comune di Longarone, per un investimento pari a 2,4 milioni di euro. Sempre entro aprile, inoltre, andranno in gara i tre progetti previsti nel quarto stralcio del Piano di potenziamento per il miglioramento funzionale degli svincoli, l’adeguamento del corpo stradale e la rettifica del tracciato nel comune di Longarone, il cui valore totale è di 17 ,8 milioni di euro.

L’attuazione del Piano, che prevede investimenti per oltre 170 milioni euro interamente finanziati, procede anche per le quattro varianti di Tai di Cadore, Valle di Cadore, San Vito di Cadore e Cortina, i cui tempi di approvazione sono necessariamente legati all’espletamento dell’iter di valutazione ambientale avviato il 20 dicembre 2018 e la cui procedura si prevede possa essere completata entro aprile. A seguire i progetti saranno quindi trasmessi in esame alle Conferenze di Servizi.

“Un aspetto determinante nell’esecuzione del progetto riguarda la gestione delle interferenze sulla viabilità causate dai cantieri lungo la strada” aggiunge Gemme. “Grazie alle sinergie sviluppate con la Prefettura di Belluno, le Amministrazioni locali e con le Forze dell’Ordine, sono state messe a punto azioni per contenere i disagi agli utenti ed è stata avviata la campagna ‘info-cantieri’ con l’installazione di cartellonistica che riporta in maniera chiara e intuitiva notizie sulla tipologia, la durata e i benefici di ciascun intervento, con l’obiettivo di informare on-site gli utenti che percorrono la statale. Stiamo preparando la statale anche alle sfide della mobilità integrata e intelligente tramite il progetto ‘smart mobility Cortina 2021’, per affrontare il futuro partendo proprio da questa Valle”.

Anas ha infatti selezionato un team internazionale che renderà la statale 51 “Alemagna” entro il 2021 il primo esempio italiano – e tra i primi in Europa – di gestione integrata della mobilità, in grado di accogliere le auto del futuro dotate di sistemi intelligenti di controllo. Il progetto smart mobility prevede l’implementazione di sistemi wired e wireless di diversa tipologia per permettere la connettività fra persone, veicoli, oggetti e infrastrutture, con l’obiettivo di rendere il viaggio più sicuro e informato e di aumentare il comfort per gli utenti della strada.

È possibile consultare lo stato di avanzamento del Piano e il dettaglio degli interventi oltre a tutte le informazioni relative alla figura del Commissario sul sito web anaspercortina2021.it dedicato al Piano Cortina 2021.